Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Notizie

Il messaggio di Pasqua del Gran Maestro dell’Ordine di Malta

09/04/2020 


Cari confratelli e consorelle, cari dipendenti, volontari e sostenitori dell’Ordine di Malta in tutto il mondo,

mai come in questo momento provo così forte il desiderio e la necessità di farvi sentire la mia vicinanza: siamo distanti è vero. Ma non siamo soli. Siamo uniti nella nostra missione di fede nella grande famiglia dell’Ordine di Malta. Viviamo una situazione inedita, che ci preoccupa e ci spaventa, che ci isola, ma al tempo stesso ci accomuna nello sforzo profuso per affrontare la grande sfida rappresentata da questa pandemia.

La Settimana Santa ed il giorno di Pasqua rappresentano la speranza e la resurrezione. Dopo aver condiviso la sofferenza di Cristo, facciamo in modo che la Sua resurrezione ci doni l’energia necessaria per continuare a combattere questa battaglia e per guardare al futuro con rinnovata speranza.

“Siamo andati avanti a tutta velocità, sentendoci forti e capaci in tutto”, ha detto pochi giorni fa il Pontefice in una piazza San Pietro deserta, “abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato”. L’esortazione rivolta quel giorno da Papa Francesco a “nuove forme di ospitalità, di fraternità e di solidarietà” ci stimola nella nostra missione, quella che da 900 anni è l’essenza dell’Ordine di Malta: ‘Tuitio fidei et Obsequium pauperum”.

Per questo desidero rinnovare il mio messaggio di gratitudine e di ammirazione ai nostri Priorati, Associazioni, Corpi di soccorso e ai numerosi volontari che contribuiscono – ormai da diverse settimane – a sostenere con mille iniziative di solidarietà le persone che più soffrono. Ogni piccolo aiuto, ogni sorriso, ogni preghiera è come il gesto di Veronica che vedendo la passione di Gesù che trasporta la croce, gli deterge il volto con un panno. Ugualmente i nostri medici e infermieri che operano negli ospedali, i nostri volontari che assistono gli anziani o i malati costretti alla quarantena a casa, che aiutano i senzatetto per le strade, che consegnano medicine o alimenti, testimoniano con il loro instancabile impegno il messaggio cristiano dell’Ordine di Malta.

Desidero rivolgere un sentito ringraziamento a Monsignor Jean Laffitte, Prelato dell’Ordine di Malta, per il videomessaggio di Pasqua e per lo storico atto di consacrazione dell’Ordine al Sacro Cuore di Gesù e all’Immacolato Cuore di Maria. Invito tutti a vedere il videomessaggio sul sito www.orderofmalta.int

Sono molto dispiaciuto che dopo il pellegrinaggio a Lourdes siamo stati costretti a rimandare anche il pellegrinaggio internazionale in Terra Santa previsto per il prossimo novembre. Vi assicuro che l’appuntamento con i luoghi che hanno visto la nascita del nostro Ordine è solo rimandato.

Ancor più che in passato, vorrei invitarvi a pregare per i nostri Signori Malati e per tutti coloro che sono impegnati ad alleviare le loro sofferenze e le loro difficoltà.

Auguro a tutti voi una Santa Pasqua e vi assicuro il ricordo nelle mie preghiere

Fra’ Giacomo Dalla Torre

messaggio di pasqua del gran maestro ordine di malta

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]