Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Notizie

Nuovi incarichi per il Cardinale Tauran e l’Arcivescovo Sandri

Roma, 16/07/2007 


Due autorevoli membri dell’Ordine di Malta sono stati protagonisti, in queste ultime settimane, di importanti riconoscimenti nelle gerarchie della Curia Romana. Si tratta del Cardinale Jean-Louis Tauran, Balì Gran Croce di Onore e di Devozione dell’Ordine, al quale il 25 giugno S.S. Benedetto XVI ha conferito l’incarico di presiedere il Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso; e dell’ Arcivescovo Leonardo Sandri, Cappellano Gran Croce Conventuale ad honorem, chiamato il 9 giugno dal Papa ad assumere la carica di Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali.

Il Cardinale Jean-Louis Tauran, è nato a Bordeaux in Francia, il 5 aprile 1943. Ordinato sacerdote il 20 settembre 1969, frequenta successivamente la Pontificia Accademia Ecclesiastica, ove si forma il personale diplomatico della Santa Sede, e la Pontificia Università Gregoriana, ottenendo la laurea in Diritto Canonico. Nel marzo del 1975 viene assegnato alla Nunziatura Apostolica nella Repubblica Domenicana, nella quale collabora fino al 1979, quando è trasferito alla Nunziatura Apostolica in Libano.

Dal 1984 al 1988, segue i lavori dell’allora Conferenza per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa. Nel 1988 viene nominato Sotto-Segretario del Consiglio per gli Affari Pubblici della Chiesa. Nel dicembre 1990 è eletto Arcivescovo e nominato Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato. Il 6 gennaio 1991 riceve l’ordinazione episcopale. Papa Giovanni Paolo II lo crea Cardinale nel Concistoro del 21 ottobre 2003.

Il 24 novembre dello stesso anno è stato nominato Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, ruolo che ha mantenuto fino all’attuale nomina a presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso. Dal marzo 2006 la direzione questo importante dicastero era stata accorpata con la carica di presidente del Pontificio Consiglio della cultura, attualmente detenuta dal cardinale Paul Poupard; con il nuovo incarico conferito al cardinale Tauran essa torna dunque ad avere una specifica autonomia gestionale, quale segno della costante attenzione dalla Santa Sede ai rapporti con le altre religioni.

L’arcivescovo Leonardo Sandri, nato a Buenos Aires il 18 novembre 1943 da emigranti italiani, è stato ordinato sacerdote nel 1967. Laureato alla Gregoriana in Diritto Canonico, nel ’74 è entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede. Ha prestato la propria opera come consigliere presso le Nunziature apostoliche del Madagascar e degli Stati Uniti. Nominato reggente della Prefettura della Casa Pontificia ed assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, nel 1997 ha ricevuto la consacrazione episcopale. Nominato prima nunzio apostolico in Venezuela e poi in Messico, dal settembre 2000 è sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.

Con il nuovo incarico mons. Sandri succede al cardinale Ignace Moussa I Daoud, nella guida della Congregazione per le Chiese Orientali, titolare di un importante mandato istituzionale conferitole direttamente dal Papa: quello di mantenere forti legami tra la Santa Sede e le Chiese orientali cattoliche allo scopo di favorirne la crescita, salvaguardarne i diritti e mantenere vivi e integri nella Chiesa Cattolica, accanto al patrimonio liturgico, disciplinare e spirituale della Chiesa latina, anche quelli delle varie tradizioni cristiane orientali.

nuovi incarichi cardinale tauran arcivescovo sandri

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]