Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta
MENUMENU

Notizie

Speranza, operosità, riconciliazione: le parole chiave dell’azione dell’Ordine di Malta

12/09/2018 


In un periodo storico contrassegnato dal fenomeno epocale delle migrazioni, “in tempi non facili, in cui spesso le emozioni sopraffanno la razionalità, è bene innanzitutto attenersi ai fatti”. Con queste parole il Gran Cancelliere Albrecht Boeselager ha riassunto ad un nutrito gruppo di giornalisti cattolici tedeschi nella sala conferenze della Villa Magistrale lo spirito con cui agisce da sempre l’Ordine di Malta e che forgia fin dall’inizio le sue attività nei paesi in cui opera.

Nell’illustrare le molteplici attività dell’Ordine, il Gran Cancelliere ha voluto sottolineare come “portare speranza sia la missione più importante” dei nostri programmi sociali e umanitari. Altrettanto essenziale, soprattutto nelle emergenze, è intervenire rapidamente: ma l’azione dell’Ordine di Malta si caratterizza “nel restare e non scomparire” – ha precisato Boeselager – cioè nel continuare a lavorare proprio quando i riflettori si spengono, “restare laddove gli altri vanno via”. Particolare attenzione è stata dedicata dal Gran Cancelliere ai numerosi progetti di accoglienza ed integrazione per i migranti in Germania, dove l’attività del Malteser Deutschland si prodiga attualmente attraverso 58 strutture che danno assistenza ad oltre 20.000 migranti.

Infine, un accenno al tema della riconciliazione in quei Paesi, come l’Iraq, dove la guerra e terrorismo hanno distrutto una convivenza millenaria fra popoli di differenti fedi religiose: in questi luoghi – ha affermato Boeselager accennando alla realtà della Piana di Ninive (Mosul), dove lentamente i cristiani stanno rientrando nelle loro case – “la distruzione morale e culturale è stata ben più grave di quella materiale, causando una perdita catastrofica” per l’umanità intera. Portare aiuto a tutti, non solo ai cristiani, per favorire la ricostruzione “è un progetto molto difficile” ma sul quale l’Ordine nutre grandi speranze.

speranza operosita riconciliazione le parole chiave azione ordine di malta

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]