Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Aiuti per i rifugiati

L’assistenza oltre i confini: nei paesi di origine, durante il viaggio e all’arrivo

Il mondo assiste al più consistente spostamento di popolazioni da oltre mezzo secolo a questa parte. Milioni di persone fuggono da guerre, persecuzioni e povertà.

La moltiplicazione delle crisi e delle necessità è eccezionale, al pari delle drammatiche conseguenze umanitarie. In queste situazioni disperate, le famiglie in fuga sono alla mercé di trafficanti senza scrupoli ed esposti ai pericoli dei viaggi verso quello che essi sperano rappresenti la libertà ed una nuova vita.

L’Ordine di Malta è presente nel corso di questi viaggi – nei paesi di origine, ai confini attraverso i quali passano migliaia di persone, e nei paesi ospitanti e di destinazione finale – fornendo assistenza ai profughi, agli sfollati ed ai migranti in circa 30 paesi in tutto il mondo.

I profughi in fuga dalla Siria vengono accolti nell’ospedale da campo del Malteser International a Kilis sul confine turco. L’ospedale dispone di 100 posti letto ed è in grado di eseguire interventi urgenti. Grazie alla collaborazione con partner locali, Malteser International sostiene inoltre 9 centri medici di cui 3 sono cliniche mobili nella regione di Aleppo, in Siria.

Nel nord Iraq il Malteser International ha avviato un progetto finalizzato all’integrazione degli sfollati che tornano nelle loro terre di origine, tra cui molte minoranze che hanno subito persecuzioni, come gli yazidi. Il progetto prevede inoltre la ricostruzione delle infrastrutture e il sostegno a percorsi di formazione e istruzione. Nella regione centrale dell’Iraq, squadre mediche garantiscono assistenza sanitaria e cure odontoiatriche agli sfollati.

Dal 2008 ad oggi, i medici e soccorritori del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, imbarcati sulle navi italiane nel mar Mediterraneo, hanno assistito oltre 200mila migranti che tentavano la traversata via mare su barconi di fortuna. Si tratta di squadre sanitarie specializzate in medicina di urgenza.
In diversi paesi europei, l’Ordine di Malta sviluppa progetti di assistenza legale, psicosociale oltre che medica ai migranti e richiedenti asilo. Inoltre, vengono offerti percorsi articolati per agevolare l’integrazione e la conoscenza della cultura e lingua locale.


Aiuti per i rifugiati - Ultimi interventi

  • 21/08/2014

    Ungheria: la caduta della Cortina di Ferro, il giorno che ha cambiato la storia

    L’Ungheria e l’Ordine di Malta celebrano il ruolo fondamentale dell’Ordine nell’assistere i rifugiati della Germania Est. Messaggi da Angela Merkel e Fra’ Matthew Festing. Il 14 agosto 1989, l’Organismo di assistenza ungherese dell’Ordine di Malta, allestiva a Budapest nel giardino della chiesa parrocchiale di Zugliget il primo campo profughi per aiutare le decine di migliaia […]

    Continua
  • 14/08/2014

    Crisi in Iraq: squadra di valutazione in arrivo a Erbil

    Il Malteser International prepara aiuti di emergenza per le minoranze perseguitate Un team di valutazione del Malteser International arriva oggi ad Erbil, nel nord dell’Iraq, con il compito di organizzare i soccorsi per le minoranze a rischio. Oliver Hochedez, esperto di aiuti di emergenza del Malteser International, guida la squadra che preparerà il dispiegamento di […]

    Continua

Le attività dell'Ordine di Malta in 120 Paesi

Nella mappa sono indicate le capitali dei Paesi nei quali l’Ordine di Malta gestisce progetti di assistenza medica, sociale o umanitaria

Le attività dell'Ordine di Malta in 120 Paesi

26

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]