Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Notizie

L’Ordine di Malta estende le sue operazioni di soccorso per aiutare i rifugiati ucraini

16/03/2022 


 

Emanate norme di sicurezza per rafforzare le misure contro traffico esseri umani

Attualmente sono 12 milioni le persone che hanno bisogno di assistenza umanitaria in Ucraina a causa della guerra russo-ucraina in corso da tre settimane. 1,9 milioni di persone sono sfollati interni e si prevede che 4 milioni di persone attraverseranno il confine con i paesi vicini. Già 2,8 milioni di persone sono fuggite dal paese. Secondo il servizio di soccorso internazionale dell’Ordine di Malta, il Malteser International, i bisogni principali sono accesso ad alloggio, ai viveri e alle cure mediche.

A seguito di questo massiccio afflusso di persone, l’Ordine di Malta sta richiamando l’attenzione sul rischio che i rifugiati cadano vittime della rete dei trafficanti di esseri umani. A questo scopo la sua Ambasciata polacca ha emesso un avviso contenente regole di sicurezza per i rifugiati, che viene distribuito lungo le principali vie di uscita in ucraino, inglese e polacco.

Il Malteser International coordina lo sforzo globale del Sovrano Ordine di Malta, le cui associazioni e corpi di soccorso e di volontariato sono in loco per assistere i rifugiati.

In Ucraina i volontari dell’Ordine di Malta stanno fornendo sostegno psicologico alle persone in fuga dalla guerra e vengono offerti alloggi a Lviv e Ivano Frankivsk nella parte occidentale del paese. Viene inoltre distribuito cibo in 6 diverse località di Lviv, dove è stato allestito un centro medico. Una cucina da campo è in funzione a Krakowez dove le squadre stanno anche fornendo supporto psicologico. Vicino al confine ungherese, a Berehove, l’Ordine di Malta sta sostenendo i rifugiati che cercano di attraversare il confine e sta distribuendo beni di soccorso. Alimenti per bambini e articoli di base vengono inviati a Kharkiv.

In Ungheria vengono offerti supporto e servizio di trasporto al confine, precisamente a Beregsurány, dove vengono forniti anche alloggio e assistenza ai rifugiati in arrivo. A Budapest sono in funzione rifugi e strutture mediche.

L’Ordine di Malta in Polonia fornisce un servizio 24 su 24 ai rifugiati in arrivo al confine ucraino. Questo include un servizio navetta, punti medici mobili a Kroscienko e la distribuzione di cibo a Lubycza Krolewska.

In Romania, un servizio per i rifugiati in arrivo è in funzione al confine ucraino a Sighetu Marmației, Siret e Satu Mare. Anche la Slovacchia sta fornendo trasporto e alloggio nella città di confine di Vysne Nemecke, oltre alla Slovenia che sta offrendo alloggi ai rifugiati ucraini. Una squadra di volontari sloveni si è inoltre unita a quelli slovacchi per sostenerli nelle operazioni di soccorso. Anche la Germania è in prima linea nel coordinare le spedizioni di aiuti umanitari e nel fornire trasporti ai rifugiati.

La rete diplomatica dell’Ordine di Malta intanto sta sostenendo le operazioni di soccorso sul campo, chiedendo la piena protezione del diritto internazionale attraverso la costruzione di un corridoio umanitario e insistendo affinché gli aiuti umanitari siano consegnati in sicurezza in Ucraina alle persone in difficoltà.

Anche molte associazioni nazionali dell’Ordine di Malta stanno contribuendo alle operazioni di assistenza. Oltre alle numerose campagne di raccolta fondi lanciate, il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta sta trasportando in Ucraina forniture di beni umanitari e sta organizzando la sistemazione in Italia delle famiglie rifugiate. Il Corpo di Soccorso ha inoltre condotto un’ambulanza al confine tra Romania e Ucraina per prelevare una bambina oncologica ricoverata ora in un ospedale italiano. I Gran Priorati in Italia hanno inoltre raccolto materiale di prima necessità da inviare in Ucraina e l’associazione italiana dell’Ordine ha messo a disposizione alcuni ambulatori per visite specialistiche.

ordine di malta estende operazioni di soccorso per aiutare i rifugiati ucraini

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]