Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

Intervista ad America Magazine del nuovo Luogotenente di Gran Maestro

22/07/2022

L’Ordine di Malta continuerà a rispondere ai bisogni del prossimo millennio al servizio dei poveri e in difesa della fede cattolica. Questa, in sintesi, l’idea espressa dal Luogotenente di Gran Maestro, Fra’ John Dunlap, nell’intervista rilasciata ad “America Magazine”, uno dei più antichi periodici degli Stati Uniti.

“Sono un cattolico di Ottawa e sono sempre stato abbastanza religioso, ma andai a New York e durante la mia permanenza lì conobbi un cavaliere di Malta che mi coinvolse nell’Ordine”, ha raccontato Fra’ John Dunlap a Nicholas D. Sawicki. “Mi fecero iniziare in un ospedale di Harlem, dove sono stato ogni settimana negli ultimi 30 anni. E’ lì che è nata la mia vocazione”. Il Luogotenente di Gran Maestro venne ammesso all’Ordine nel 1996.

Fra’ John Dunlap considera il suo nuovo ruolo come un’altra opportunità per mettere al servizio dell’Ordine le sue competenze di avvocato. “Questa posizione è un altro tipo di servizio rispetto a quello di quando sono entrato nell’Ordine, ma è un servizio all’Ordine attraverso cui spero di promuovere il servizio ai malati e ai poveri che sono al centro della nostra missione”.

Fra’ John, primo nordamericano a guidare l’Ordine, è stato nominato il 13 giugno dopo l’improvvisa morte di Fra’ Marco Luzzago, il 7 giugno. “Credo che la mia nomina da parte del Santo Padre come Gran Maestro accelererà le iniziative di riforma, da un punto di vista pratico”, ha detto Fra’ John nell’intervista. “Piuttosto che trascorrere mesi a eleggere un nuovo Luogotenente, possiamo portare avanti queste iniziative e far tornare prima l’Ordine alla sua opera regolare”.

“Lo sforzo riformatore punta a modernizzare l’Ordine. In questo momento ci sono troppo pochi membri Professi per far fronte alla crescita dell’Ordine. Dobbiamo gestire giurisdizioni che si sovrappongono. Dobbiamo emendare le modalità con cui eleggiamo il Gran Maestro. E dobbiamo capire come avere una migliore rappresentanza da aree dove l’Ordine non è mai stato prima, per esempio da alcune zone dell’Asia”. Fra’ John ha poi spiegato: “La nostra Costituzione ha bisogno di essere aggiornata. Non c’è più nessuno che sia davvero qualificato ad essere Gran Maestro secondo la Costituzione”.

“Speriamo di arrivare insieme a una Costituzione su cui tutti siano d’accordo per poter poi andare avanti ed eleggere un nuovo Gran Maestro”, ha detto.

Il Luogotenente ha concluso riaffermando che lo status dell’Ordine quale entità sovrana rimarrà immutato e che continuerà ad avere propri rappresentanti e a prendere le proprie decisioni come entità giuridica internazionale.

Oltre a guidare lo sforzo riformatore, Fra’ John Dunlap ritiene proprio dovere continuare a sostenere e a promuovere le iniziative caritatevoli e religiose dell’Ordine di Malta. “Per esempio, il lavoro che l’Ordine sta facendo in Ucraina è incredibile. Abbiamo aiutato quasi 450.000 rifugiati in diversi modi”. “L’aiuto che abbiamo ricevuto dai governi e dalle persone, è stato commovente vedere così tanta bontà”.

L’articolo con l’intervista integrale è disponibile al seguente link:

https://www.americamagazine.org/faith/2022/07/18/order-malta-john-dunlap-243365