Questo sito utilizza cookie tecnici o assimiliati e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, si acconsente all'uso dei cookie.

Chiudi
Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta
*

Notizie

Discorso del Decano del Corpo diplomatico accreditato presso il Sovrano Ordine di Malta

21/01/2021 


Eccellenza,

Innanzitutto, a nome di tutto il Corpo Diplomatico, desidero ringraziarla per questa udienza speciale al posto della tradizionale cerimonia solenne per la presentazione degli auguri. Questo incontro testimonia la vostra volontà di mantenere accesa la fiaccola della cooperazione malgrado le attuali restrizioni sanitarie.

Questa è l’occasione per ribadirle le calorose e sentite congratulazioni del Corpo Diplomatico dopo la vostra elezione a Luogotenente di Gran Maestro da parte del Consiglio Compito di Stato. Vi auguriamo ogni successo nell’esercizio di questa alta responsabilità. Questa elezione è vista come un raggio di luce in un anno particolarmente buio per la scomparsa di sua Altezza Eminentissima, Principe e Gran Maestro Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.

Ne conserviamo il ricordo di un uomo di grande umiltà e vogliamo rendergli omaggio per la sua azione alla guida dell’Ordine.

Sebbene provata, la vostra Istituzione ha dato prova della forza della sua organizzazione. Grazie a meccanismi secolari, la transizione è avvenuta senza difficoltà. Questa solidità è rafforzata dalla costante determinazione dell’Ordine di adattarsi alla società contemporanea con le riforme in corso alla Costituzione e al Codice.

L’arrivo della pandemia del Covid-19 nel 2020 ha peggiorato le condizioni di vita dei popoli, soprattutto degli strati più deboli già fiaccati da povertà, conflitti, insicurezza economica, carestia, disastri naturali e cambiamenti climatici tra gli altri. Davanti a queste sfide, animato dai principi cristiani, base della sua esistenza, l’Ordine di Malta come sempre ha continuato a operare per rispondere ai bisogni delle persone in difficoltà in tutto il mondo.

Così, oltre alla consueta assistenza garantita ai senzatetto, ai detenuti, ai migranti, agli anziani, ai disabili e agli altri emarginati, possiamo rilevare azioni innovative in risposta all’attuale pandemia. Con spirito di dedizione membri, volontari e personale dell’Ordine si sono impegnati con coraggio, professionalità ed entusiasmo nelle attività di assistenza medica e sociale, garantendo a decine di migliaia di persone fragili un aiuto che va dalla consegna a domicilio del cibo e dei farmaci alle persone sole poste in isolamento, all’aiuto telefonico degli psicologi chiamati ad affrontare le conseguenze psicologiche della quarantena e del confinamento, Sono state accompagnate migliaia di persone impossibilitate a spostarsi in autonomia. Sono state distribuite migliaia di mascherine e di dispositivi di protezione individuale. Sono stati garantiti i servizi alle persone che dormono in strada e alle famiglie in difficoltà economiche, e le mense per i poveri sono rimaste aperte garantendo il servizio in condizioni di sicurezza.

Queste azioni vengono messe in atto dovunque sia necessario, senza limiti geografici, ideologici o confessionali. Attraverso le vostre organizzazioni, come i Gran Priorati, le Delegazioni, il Corpo militare, il Malteser International, il Global Fund for Forgotten People e altre associazioni locali, siete presenti su diversi fronti dove avete portato la vostra esperienza:

in Medio Oriente, in particolare in Libano dopo la catastrofica esplosione che ha fatto più di 200 morti e 7.000 feriti, l’Ordine si è mobilitato per affrontarne le conseguenze, mettendo a disposizione cliniche mobili, servizi sanitari gratuiti nelle zone più colpite, garantendo pensione competa alle famiglie le cui case sono andate distrutte ; in Iraq prosegue il reinsediamento delle famiglie sfollate a causa della guerra, con la costruzione di case e scuole ;

in tutta Europa, sono state lanciate campagne di solidarietà rivolte in particolare agli anziani, come in Germania e in Lituania. Sono state inviate squadre per sostenere la campagna di vaccinazione contro la pandemia di Covid-19 ; a Petrinja, in Croazia, siete impegnati a garantire un riparo, assistenza e cure mediche alle vittime del violento terremoto che ha scosso la città il 29 dicembre 2020 ; in America Latina, l’iniziativa chiamata « Doctors to Doctors », nella sua versione « Doctores en la red », volta a facilitare lo scambio di esperienze e di opinione così come delle buone pratiche nella gestione del Covid-19 tra esperti nel campo delle malattie infettive, dell’epidemiologia, della medicina di emergenza e tra decisori politici di diversi paesi, ha visto coinvolti più paesi, tra cui Perù, Ecuador e Colombia, che hanno organizzato a questo scopo riunioni online ;

in Africa molti progetti sono stati trasformati in programmi per la salute, l’igiene e la prevenzione per contenere la diffusione del Covid-19. L’Ordine di Malta sostiene le autorità sanitarie di diversi paesi nella cura dei pazienti, Un team medico di emergenza (EMT) del Malteser International è stato inviato in Camerun il 22 giugno 2020, per aiutare a fronteggiare il Covid-19. La squadra è composta da sei professionisti, medici, anestesisti ed esperti nel settore dell’acqua, dei servizi igienico-sanitari e della logistica.

Eccellenza,

Attraverso queste iniziative, l’Ordine continua a dare testimonianza della fede e ad aiutare i poveri. E’ sempre rimasto fedele agli ideali del Beato Gerardo, suo fondatore e primo Gran Maestro di cui è stato commemorato, lo scorso 3 settembre, il IX centenario della morte. Presente oggi in quasi tutti i paesi del mondo, con attività di assistenza medica e sociale svolte da una rete di 13.500 membri, 80.000 volontari e oltre 40.000 professionisti, l’Ordine di Malta è un punto di riferimento per quanto riguarda la diplomazia umanitaria.

Nel 2020, voi avete continuato ad ampliare e a consolidare rapporti bilaterali e multilaterali.

Un dinamismo illustrato da atti importanti come la visita ufficiale del Gran Maestro nella Repubblica del Benin nel gennaio 2020 ; l’avvio delle relazioni diplomatiche con la Repubblica di Estonia ; le visite ufficiali a Palazzo Magistrale a Roma dei capi di Stato, tra cui S.E. George William Vella, Presidente della Repubblica di Malta, e S.E. Jánosz Áder, Presidente della Repubblica di Ungheria.

Il Corpo diplomatico, a nome del quale sono stato ricevuto, si è arricchito di nuovi membri che hanno presentato le loro credenziali nel corso dell’anno appena concluso. Si tratta degli Ambasciatori di Thailandia, Bosnia-Erzegovina Libano, Ecuador, Kazikistan, Colombia, Nicaragua, Estonia ed Unione Europea. Diamo loro un caloroso benvenuto e auguriamo loro successo nello svolgimento delle loro missioni.

In qualità di rappresentanti ufficiali dei nostri paesi, rimaniamo sempre pronti a facilitare lo svolgimento delle vostre attività umanitarie, a sostenere i vostri sforzi e a operare per tenere vive le relazioni che fortunatamente esistono tra la vostra Istituzione e i nostri rispettivi governi.

Eccellenza,

A nome di tutti i membri del Corpo diplomatico accreditato presso il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta, permettetemi di presentare a Voi, al Sovrano Consiglio, ai membri così come ai volontari e ai dipendenti dell’Ordine i miei migliori auguri per l’anno 2021 appena iniziato.

La ringrazio

 

Antoine ZANGA

Ambasciatore del Camerun

Decano del Corpo Diplomatico

Accreditato presso il Sovrano Militare Ordine

Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme,

di Rodi e di Malta

discorso decano corpo diplomatico accreditato ordine di malta

Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta

Palazzo Magistrale, Via Condotti, 68 – 00187 Roma – Italia

Tel. +39.06.67581.1, [email protected]