Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

Sudan: birke herzbruch descrive la situazione nel Darfur

30/12/2004

“Nel corso degli ultimi quattro mesi la situazione nell’area di crisi del Darfur è, se possibile, peggiorata”, ci ha detto Birke Herzbruch, Coordinatrice Emergenze del Corpo di Soccorso tedesco dell’Ordine di Malta, ritornata di recente in Germania dal Darfur. “Attacchi ai rifugiati, saccheggi e banditismo, scontri tra l’Esercito di liberazione del Sudan e la milizia governativa stanno provocando morti e feriti, anche tra la popolazione civile.

I programmi umanitari vengono attuati sotto rigide misure di sicurezza. Nelle aree rurali a sud di El Fasher, l’Ordine di Malta sta aiutando le strutture di pronto soccorso ed i reparti maternità. Abbiamo porto soccorsi a 45.000 persone in urgente stato di bisogno. La fornitura di medicine e beni di consumo è ancora più importante ora che la stagione fredda ha avuto inizio”.

Più del 99% delle donne e delle ragazze sudanesi sono circoncise: le cure durante e dopo la gravidanza costituiscono una particolare sfida. “Stiamo istruendo le ostetriche e le assistenti al parto”, spiega la Herzbruch “ed abbiamo fornito medicine di base e attrezzature per migliorare la salute di madri e figli”.

Nel nord del Darfur l’Ordine di Malta continuerà ad aiutare e a rinforzare le strutture sanitarie locali. La fornitura di medicine di base e di attrezzature mediche, insieme a corsi di formazione per il personale sanitario sono realizzati in collaborazione con UNICEF/UNFPA.

Per finanziare gli interventi umanitari i Corpi di Emergenza dell’Ordine di Malta, hanno ricevuto 250.000 euro dal Governo dell’Ordine di Malta e altre donazioni dal Gran Priorato d’Austria, e dalle Associazioni Britannica, Irlandese ed Italiana dell’Ordine. La missione è finanziata inoltre dal governo tedesco e da donazioni private.