Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

Un riconoscimento all’opera dell’Ordine di Malta dopo il disastro ecologico in Ungheria

04/12/2012

A due anni dalla fuoriuscita da un bacino per la lavorazione dell’alluminio di una marea di fanghi tossici che, contaminando il fiume Danubio, hanno inquinato un’ampia parte dell’Ungheria occidentale, la piazza centrale della città di Devecser è stata rinominata “Giardino dell’Ordine di Malta”. Con questo gesto, l’amministrazione locale ha voluto ricordare la stretta collaborazione tra la città e il Servizio di Assistenza Ungherese dell’Ordine di Malta, che è intervenuto in aiuto della cittadina nei momenti immediatamente successivi al disastro.

Fin dai primi giorni dalla contaminazione, oltre 220 volontari e membri dello staff dell’Ordine di Malta hanno operato a Devecser fornendo assistenza e aiuto. L’Ordine ha provveduto a corrispondere l’affitto per 155 famiglie e ha predisposto un piano di aiuto finanziario per coprire le spese temporanee di alloggio di altre 37 famiglie. Grazie all’aiuto dei volontari numerose sono le case che sono state ripristinate e 50 le abitazioni che sono state arredate. Dopo due anni dal disastro ecologico, l’Ordine di Malta è ancora attivamente coinvolto nell’assistenza alla popolazione della regione.