Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

Opere umanitarie & mediche

14/03/2017

Malteser International e la missione permanente del Sovrano Ordine di Malta alle Nazioni Unite a New York insieme all’incontro ONU sulla crisi globale dei rifugiati

Il focus sull’aiuto da dare alle donne rifugiate perché ritrovino, nel pieno della crisi, speranza e stabilità con opportunità e soluzioni praticabili

24/02/2017

La carestia minaccia 1,4 milioni di bambini in Africa. Malteser International aiuta bambini del Kenya e del Sud Sudan

Le Nazioni Unite hanno detto che la carestia minaccia oltre un milione di bambini in Somalia, Nigeria, Yemen e Sud Sudan.

23/02/2017

L’Ordine di Malta aiuta le famiglie colpite dagli incendi boschivi in Cile

L’Associazione cilena dell’Ordine di Malta distribuisce aiuti e foraggio per animali alle persone colpite dai distruttivi incendi boschivi

22/02/2017

Squadra dell’Ordine di Malta forma futuri istruttori della Marina e della Guardia Costiera libica

Il training si è svolto a bordo della Nave italiana San Giorgio

17/01/2017

Apre a Gerusalemme ambulatorio oftalmico nello stesso luogo dove venne costruito il primo ospedale dell’Ordine nel XII secolo

L’Ospedale è gestito dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme grazie ad un accordo con l’Ospedale della Sacra Famiglia.

02/01/2017

Ordine di Malta dona clinica mobile a Malta per assistere richiedenti asilo

Il Grande Ospedaliere del Sovrano Ordine di Malta Dominique de La Rochefoucauld-Montbel si è recato a Malta lo scorso 22 dicembre, in occasione della donazione alle autorità maltesi di una clinica mobile attrezzata per fornire assistenza medica ai migranti e rifugiati in arrivo sull’isola del Mediterraneo.

27/12/2016

Oltre 3.500 bambini nati nel 2016 nell’Ospedale di Betlemme

Il 2016 si chiude con un bilancio positivo per l’Ospedale della Sacra Famiglia di Betlemme, la struttura ospedaliera in Palestina.

16/12/2016

Siria: grande preoccupazione per la popolazione civile

Personale medico sostenuto dall'Agenzia internazionale di soccorso costretto ad abbandonare ospedale Aleppo