Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

“L’icona della Panaghia tes Phileremou”

25/02/2002

Per la prima volta è stato concesso ad una studiosa italiana, Giovannella Bertè Ferraris di Celle, di osservare da vicino e di realizzare delle fotografie dell’icona originale della Madonna del Fileremo ritrovata recentemente in Montenegro. Su questa immagine tanto famosa, ma il cui vero aspetto è stato fino ad oggi praticamente sconosciuto, la studiosa ha appena pubblicato un volume dal titolo “L’icona della Panaghia tes Phileremou”.

L’autrice esperta nella storia dell’icona per aver condotto negli anni Ottanta capillari ricerche sul quadro (La Madonna del Fileremo, Giovannella Ferraris di Celle, Verona 1988), si è recata nel 1997 in Montenegro su invito della Direzione del Museo Nazionale per confermare che il quadro custodito presso questo ente era la famosissima icona della Madonna del Fileremo un tempo a Rodi, passata in seguito a Malta, in Russia e Jugoslavia e qui scomparsa nel corso della seconda guerra mondiale. Da questo incontro con l’icona originale è nato nell’Autrice il proposito di completare lo studio del prezioso quadro anche dal punto di vista iconografico. A tal fine ha ottenuto di poter rivedere e fotografare il dipinto originale liberato della copertura aurea donatagli dallo zar Paolo I di Russia che tuttora lo adorna. Il risultato dello studio ha costituito l’argomento della sua dissertazione dottorale presso la Facoltà di Scienze Ecclesiastiche Orientali del Pontificio Istituto Orientale di Roma. L’attuale pubblicazione comprende la parte dello studio inerente la descrizione materiale e formale e la valutazione estetica del quadro, preceduta dalla cronologia degli spostamenti dell’icona ed illustrata da una documentazione fotografica sulle condizioni attuali del dipinto.

“La Panaghia tes Phileremou” Excerpta ex Dissertatione ad Doctoratum, di Giovannella Bertè Ferraris di Celle, Roma 2001,Ed.Renato Ferraris, (24×17 cm.;72pp.;Tavv.13 b/n; I.S.B.N.88-900725-9-8; Euro 12,40).

Per informazioni relative all’acquisto è possibile rivolgersi a: RENATO FERRARIS EDITORE E-mail: [email protected]