Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

XVI Conferenza degli ospedalieri europei

03/03/2008

I progetti più recenti evidenziano l’attenzione ai giovani e agli anziani

Malta, 28 febbraio – 2 marzo.

Il Ministro degli Esteri di Malta, Michael Frendo, in occasione dell’apertura della Conferenza tenutasi presso il Ministero degli Affari Esteri alla Valletta, ha ringraziato l’Ordine per le sue attività a Malta, in modo particolare per l’assistenza prestata in favore di anziani e rifugiati.

Nel corso di una serie di intensi dibattiti, gli Ospedalieri si sono scambiati informazioni sulle attività intraprese sia in Europa che nei paesi in via di sviluppo. Sono stati illustrati i progetti avviati negli ultimi dodici mesi, sono stati passati in rassegna i programmi a lungo termine e si è riflettuto sulle strategie per il futuro. Alfred Caruana Galizia, presidente dell’Associazione Maltese dell’Ordine ha ospitato il convegno, della durata di tre giorni, che è stato presieduto dal Grande Ospedaliere dell’Ordine, Albrecht von Boeselager.

Tra i principali progetti del 2007 sono stati sottolineati:

i servizi di assistenza che l’Ordine fornisce nell’Europa Centrale e Orientale (oggi tredici), che operano essenzialmente nell’aiuto ai bambini disabili e agli anziani costretti in casa.

L’organizzazione in Belgio di speciali fine settimana per bambini affetti da handicap e per le loro famiglie, e cinque campi estivi, a cui lo scorso anno hanno partecipato duecento bambini disabili.

In Germania, l’apertura di un ristorante ad Hamm, in cui giovani con problemi psicomotori collaborano in cucina e nella gestione stessa del locale, nel quadro di un programma di riabilitazione.

L’eccezionale moltiplicazione delle case per anziani in Inghilterra (attualmente 75).

La costruzione di chalet in Transilvania, Romania – di cui sette già terminati -per un campo estivo destinato ai giovani.

L’allestimento di un ostello in Navarra per i pellegrini diretti a Santiago de Compostela, e di tre mense a Madrid.

Un centro per bambini disabili, istituito nel 2006 che a Cracovia, in Polonia assiste attualmente 200 bambini.

Una clinica medica gratuita gestita dall’Ordine offre assistenza ai senzatetto a Budapest.

In Irlanda, il Servizio Ambulanze dell’Ordine continua a fornire servizi di prima assistenza in tutto il paese; sempre in Irlanda l’Associazione ha istituito un nuovo corso quadriennale per ostetriche presso l’Università di Betlemme.

In Portogallo, gruppi di volontari forniscono pasti ai pellegrini che si recano a Fatima, e a Porto, dove opera un’unità di supporto psicologico e sociale per malati di tumore.

Infine, nella Repubblica Ceca, l’Ordine ha creato centri di pronto soccorso in dodici città.

In tutta l’Europa, così come nel resto del mondo, gli Ospedalieri organizzano team formati da personale medico, assistenti e volontari, in linea con la grande tradizione dell’Ordine di Malta.

Categoria: Notizie