Sovrano Militare Ordine
Ospedaliero di San Giovanni di
Gerusalemme di Rodi e di Malta

La Libia al centro dell’incontro con l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

04/04/2017

William Lacy Swing, Direttore Generale dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), è stato ricevuto oggi dal Gran Cancelliere del Sovrano Ordine di Malta, Albrecht Boeselager al Palazzo Magistrale. Al centro dell’incontro, la difficile situazione in Libia, le prospettive e l’impegno dell’IOM e dell’Ordine di Malta per la normalizzazione del paese e per ridurre il traffico dei migranti.

Due settimane fa, l’Ordine di Malta ha ospitato a Roma una riunione di istituzioni – tra cui l’OIM – e rappresentanti libici per discutere del fenomeno migratorio in Libia, da cui proviene il 90 per cento dei migranti che giungono sulle coste italiane.

Nel corso del colloquio odierno si è parlato del Global Compact per la migrazione: il processo avviato dall’ONU per ottenere da parte degli Stati membri, entro il 2018, la firma di un trattato che indichi come affrontare la crisi migratoria, che ribadisca gli obblighi per il rispetto dei diritti dei rifugiati, che inviti a fornire aiuti ai Paesi interessati dalle migrazioni e sproni a contrastare lo sfruttamento e la xenofobia. “Il Global Compact rappresenta una occasione straordinaria, che non possiamo mancare” ha affermato l’Ambasciatore Swing.

Il Gran Cancelliere ha ribadito l’impegno dell’Ordine di Malta che già nell’ultima Assemblea Generale delle Nazioni Unite, incentrata sulle migrazioni, aveva lanciato un appello per una gestione dei flussi migratori nel pieno rispetto dei diritti umani e per l’implementazione di sistemi condivisi di accoglienza e di assistenza sanitaria e sociale.

Nel corso dell’incontro è stata espressa soddisfazione per le numerose collaborazioni operative in essere tra l’Ordine di Malta e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Possibili ulteriori aree di collaborazione in progetti di assistenza ai migranti nelle diverse aree del mondo saranno oggetto di nuovi incontri.